Agnese o della Paura

‘Agneseeeeeee!!!! Forza svegliaaaa! Tuo padre ti vuole in sala del trono tra tre dico T.R.E. minuti! FOOORRZZAAAAAA’ Uno scossone del letto, un altro ruggito (la balia era stata scelta proprio per la potenza vocale) e inizia la nostra storia. Prima di tutto dove ci troviamo: a sud del Regno di Asia, a trenta gradi estContinua a leggere “Agnese o della Paura”

Ada o della Stridore di un’emozione.

C’era una volta una giovine dagli occhi di paura e la voce di cristallo. Essa, la voce, sembrava sempre sul punto di rompersi a tal punto che questo frantumarsi delle consonanti, questo stridore delle vocali terrorizzava l’ascoltatore. E voi bene sapete miei cari amici e non , che nell’epoca che tutt’ora vige, le imperfezioni nonContinua a leggere “Ada o della Stridore di un’emozione.”

Ada o dello Sguardo

    Ada aveva 25 anni e lo sentiva tutto il peso di questi venticinque anni, che le premeva sulle ossa, impediva ai polmoni di muoversi liberamente, lo avvertiva la mattina quando lo vestiva, il suo corpo stanco e inerte, quando lo trascinava per le strade, nella fatica di portare un piedi di fronte all’altroContinua a leggere “Ada o dello Sguardo”

Dora o della Ricerca dei Tornadi

C’era una volta una bimba dagli occhi grigi e i capelli argentati, che viveva in casa di malta piccola piccola, situata nel centro esatto di un tornado. Certo, non era una casa proprio comoda, sopratutto perchè era sempre in movimento e prendeva, a volte, angolazioni strane (si poteva infatti ritrovare a testa in giù daContinua a leggere “Dora o della Ricerca dei Tornadi”

La Vita e lo strano caso di una colonna sonora mancante.

-E’ vero, la vita non ha colonna sonora. -Cosa? diceva a me? -No scusi signora Felipa stavo  pensando ad alta voce, sa quando salgo le scale mi viene sempre di parlare ad alta voce e stavo pensando che è un peccato che la vita non sia come un film e che non ci sia, neiContinua a leggere “La Vita e lo strano caso di una colonna sonora mancante.”

Irene

C’era una volta una Bambina Acrobata, il suo nome era Irene.  Ella viveva con la nonna ai limiti di una grande foresta. Suo passatempo era saltare di albero in albero quasi volasse, faceva salti altissimi e lunghissimi e si narra che una notte con un balzo sfiorò una stella. L’agilità l’aveva ereditata dalla madre, ImeldaContinua a leggere “Irene”