Della Ferocia del Dolore

è tuta questione di cuore

‘Vede, Mademoiselle, lei in tutte le sue favole non mi pare abbia mai preso in considerazione le disarticolazioni del desiderio che si tu una cosa e la vuoi tantissimo ma poi la temi e forse non la vuoi più e nel momento stesso in cui non la vuoi ti accorgi che in realtà la odi ferocemente ma poi se forse ti dicono che non la avrai proprio mai è come se una branco di cani rabbiosi ti strappassero la carne. E quindi ti ritrovi in une empasse: ciò che vuoi potresti non volerlo ma lo vuoi e non capisci se è perchè non puoi averlo, perchè lo vogliono tutti gli altri, perchè hai paura di volerlo o solo e semplicemente lo desideri come si desidera un sorso di acqua dopo una lunga corsa e poi sei stanca di quella bianca stanchezza la cui unica salvezza è un cuscino più bianco e una morbida coperta dalle trecce di lana alte e soffici. La disarticolazione del desiderio: amore o abitudine, scelta o convenienza, desiderio o volontà? E non le racconto tutte le altre sfumature che ci sono tra ognuna di queste parole. Parole che sono carne che con il loro peso specifico spezzano le ossa e amplificano la messa di queste incertezze con i loro cori e kirie eleison. Lo riesce a capire? Mademoiselle lo capisce lei? Che cosa devo fare? Come si spengono i pensieri? Come si uccide il dolore? Il dolore muore? C’è una colla abbastanza potente per rimetterle insieme tutte queste disarticolate sensazioni? Lei come fa?’

Pubblicato da Mademoiselle Porcupine

Nacqui a Marrakech da padre francese, Jean Jacques Porcupine, e da madre Russa, Olga Svetlava. All'età di 6 anni con la famiglia ci trasferimmo in quel di Parigi dove mio padre iniziò la brillante carriera di parrucchiere et ma mere quella di amante di un povero artista. Della mia vita prima dello sbarco in Nueva Yorke non amo parlare molto. Fui molto amata fino ad un incidente, di cui non voglio parlare e dopo il quale fui scacciata da Rue de Lombric (casa paterna). Per sempre. Sono stata modella, meravigliosa amante, attrice e musa. Sono stata eterna pe run lasso di tempo di 40 anni. Meraviglioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: