Della Ferocia del Dolore

è tuta questione di cuore

‘Vede, Mademoiselle, lei in tutte le sue favole non mi pare abbia mai preso in considerazione le disarticolazioni del desiderio che si tu una cosa e la vuoi tantissimo ma poi la temi e forse non la vuoi più e nel momento stesso in cui non la vuoi ti accorgi che in realtà la odi ferocemente ma poi se forse ti dicono che non la avrai proprio mai è come se una branco di cani rabbiosi ti strappassero la carne. E quindi ti ritrovi in une empasse: ciò che vuoi potresti non volerlo ma lo vuoi e non capisci se è perchè non puoi averlo, perchè lo vogliono tutti gli altri, perchè hai paura di volerlo o solo e semplicemente lo desideri come si desidera un sorso di acqua dopo una lunga corsa e poi sei stanca di quella bianca stanchezza la cui unica salvezza è un cuscino più bianco e una morbida coperta dalle trecce di lana alte e soffici. La disarticolazione del desiderio: amore o abitudine, scelta o convenienza, desiderio o volontà? E non le racconto tutte le altre sfumature che ci sono tra ognuna di queste parole. Parole che sono carne che con il loro peso specifico spezzano le ossa e amplificano la messa di queste incertezze con i loro cori e kirie eleison. Lo riesce a capire? Mademoiselle lo capisce lei? Che cosa devo fare? Come si spengono i pensieri? Come si uccide il dolore? Il dolore muore? C’è una colla abbastanza potente per rimetterle insieme tutte queste disarticolate sensazioni? Lei come fa?’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...